Chiama Cordoneombelicale.it al numero verde

Sportello informativo

BLOG

8 Aprile 2024

Per la nanna del neonato

Neonato che fa la nanna tranquillo e sereno

INDICE

Per la nanna comoda e sicura del neonato esistono tante soluzioni. Se non hai ancora scelto quella ideale per il tuo bambino, leggi le prossime righe. Scoprirai un mondo davvero molto ricco di opzioni e possibilità.

Cosa occorre per la nanna del tuo bimbo

La nanna è un momento speciale per il neonato. L’ambiente della camera in cui dormirà dovrà essere dunque confortevole e sicuro. Come altrettanto dovrà esserlo lo spazio fisico della sua nanna. Che si tratti della carrozzina, di una culla, del lettino o del lettone, l’importante è che il bambino possa riposare in modo tranquillo e sereno.

Oltre all’ambiente in generale, ci sono altri piccoli dettagli ed eventuali accessori da considerare. Per esempio il materasso, riduttore, coprimaterasso, tela cerata, lenzuolini e copertina.

Le opzioni disponibili per la nanna del neonato sono diverse. Noi ne abbiamo scelto alcune, ciascuna di esse con specifiche caratteristiche e durata di utilizzo. Prima di vederle assieme, c’è però un importante aspetto da considerare: la sicurezza.

Prima di tutto, la sicurezza!

Sin dal suo primo viaggio in auto verso casa o il suo primo bagnetto, la sicurezza è uno dei requisiti fondamentali da rispettare. Perciò, prima di ogni altro aspetto è importante tenere a mente alcuni accorgimenti pratici legati al tipo di soluzione da scegliere.

Anche se alcune mamme sanno cosa vogliono per il loro bambino già dai primi sintomi della gravidanza, sono tante le mamme che hanno bisogno di pensarci un po’ di più. D’altronde le opzioni possibili sono davvero tante e varie. Come altrettanto tante e varie possono rivelarsi le esigenze personali dei genitori e le esigenze pratiche legate all’abitazione in cui il neonato arriverà.

La nanna di un neonato è un suo momento quotidiano molto importante che richiede uno spazio comodo e sicuro. La comodità e la sicurezza del sonno sono aspetti fondamentali sempre, ma lo sono ancora di più, in particolare nei primi quattro mesi, per ridurre al minimo il rischio della SIDS (Sudden Infant Death Syndrome, ovvero sindrome della morte improvvisa del lattante).

Anche se il solo parlarne provoca un senso di angoscia e grande preoccupazione, è giusto e responsabile affrontare questo tipo di argomenti. L’abbiamo già scritto altre volte e continueremo a farlo ancora: la consapevolezza prima di tutto. Perciò prima si conoscono quali sono i rischi, prima si possono adottare le misure più efficaci per prevenirli. Il primo di questi che è ampiamente raccomandato a tutti i neo genitori, e che viene messo in pratica sin dalla sua prima nanna nella culla del nido in ospedale, è il far dormire il bambino a pancia in sù.

Nonostante ancora non si conoscano le cause della SIDS, sul sito del Ministero della Salute è presente un elenco di alcuni comportamenti da adottare e che ne riducono sensibilmente l’incidenza.

Soluzioni comode e sicure per la nanna del neonato: la carrozzina o la culla

Che tu decida di optare per l’acquisto di un articolo nuovo o usato, di fartelo prestare o di inserirlo in una lista nascita creata con una delle tante app per gravidanza, il momento di scegliere è arrivato.
Ma cosa scegliere? Tra le diverse soluzioni presenti sul mercato indicate per i primi mesi di nanna del neonato, noi abbiamo trovato le seguenti opzioni:

  • carrozzina (in versione singola, duo o trio), è comoda e leggera perché la sposti agevolmente da un ambiente all’altro e permette al tuo bimbo una nanna comoda e sicura anche fuori casa;
  • culla (in vimini, a dondolo, in legno, ecc.), è anch’essa comoda e leggera, può essere a dondolo e spesso dotata di rotelle, con la sua forma avvolgente fa sentire il neonato protetto e al sicuro;
  • culla fianco letto o next to me (o anche culla co-sleeping), è una culla che per la sua forma senza sponda laterale permette alla mamma e al suo bambino di essere sempre a stretto contatto; è una soluzione molto comoda durante la fase dell’allattamento.

Soluzioni comode e sicure per la nanna del neonato e del bambino: il lettino

Se anziché la carrozzina o la culla, preferisci optare direttamente per qualcosa che possa essere usata anche oltre i primi mesi di vita, potresti scegliere tra questi articoli:

  • lettino fianco letto o next to me (o anche lettino co-sleeping), è il classico lettino ma senza sponda laterale che si affianca al letto della mamma e che poi si trasforma in una comoda panca per la cameretta;
  • lettino ovale o allungabile, è un modello particolare di lettino con le sponde a forma ovale che si può allungare man mano che il bambino cresce e che, in base all’età del bambino, permette di posizionare il materasso a diverse altezze;
  • lettino modello montessoriano, è un lettino che si ispira alla filosofia del metodo educativo del medico, pedagogista ed educatrice Maria Montessori e per cui ogni cosa presente nell’ambiente deve essere a misura del bambino, per favorirne la sua indipendenza e crescita personale;
  • lettino da viaggio o da campeggio, è un lettino pieghevole utile e pratico per i soggiorni fuori casa.
Foto in cui una mamma dà un tenero bacio al suo bimbo mentre fa la nanna

Ogni famiglia ha la sua nanna!

Oltre alle diverse soluzioni sopra elencate spesso alcuni genitori, o per scelta o per necessità, nonostante le raccomandazioni in merito, decidono di far dormire il loro piccolo nel lettone. Come abbiamo più volte ripetuto, se ogni gravidanza fa storia a sé, anche ogni famiglia fa storia a sé. E, soprattutto, ogni neonato ha la sua storia. C’è il bimbo che dorme tutto il giorno, a prescindere da carrozzina, culla o lettino. C’è invece il bimbo che non dorme tanto, nonostante lo si metta a nanna nella culla o il lettino più splendido del mondo. Saranno dunque gli stessi genitori a valutare la situazione, magari dopo essersi confrontati col pediatra, e a seguire poi tutti gli accorgimenti del caso che possano permettere un riposo sicuro e sereno per tutti.

Scegliere ciò che occorre per la nanna del bambino non è solo un momento impegnativo. Ci si potrà infatti sbizzarrire, sempre in sicurezza, nella scelta di uno di quegli accessori per culla o per lettino e che tanto piacciono ai bambini. Tra questi, la giostrina musicale è sicuramente il può quotato. Un accessorio-gioco dalle forme morbide e dai colori più svariati che il bambino imparerà a riconoscere e toccare durante i suoi momenti di veglia. E che sarà inoltre anche uno dei motivi musicali che si legheranno maggiormente ai ricordi delle sue nanne.

La nanna di un neonato è un momento tenerissimo che regala emozioni bellissime. Basta pensare alla tenerezza che si prova mentre si guarda un bimbo che dorme sereno e tranquillo e all’immensa gioia che ci dà – quando al suo risveglio – ci regala uno dei suoi splendidi e meravigliosi sorrisi

Ancora immersi in questa tenera dolcezza, ti salutiamo. Se il nostro articolo ti è stato utile condividilo sui tuoi social cliccando su uno dei bottoni qui sotto. Alla prossima!

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo sito sono pubblicate a solo scopo informativo, non intendono costituire né una diagnosi né la prescrizione di una cura o trattamento medico-specialistico. In nessun caso si sostituiscono alla competenza del medico di base o dello specialista ai quali si raccomanda di rivolgersi sempre per chiedere un parere su ogni indicazione pubblicata.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

Registrati al nostro portale per accedere a tutti i servizi gratuiti dedicati ai nostri iscritti.

• Indirizzi banche pubbliche
• Punti nascita per la donazione del Cordone ombelicale
• Newsletter

Grazie ai piccoli cambiamenti possiamo contribuire a una società meravigliosa.

È il momento di emozionarci e guardare al futuro con speranza ed entusiasmo. Cordoneombelicale.it: un semplice gesto per riscoprirsi eroi.

Articoli simili

Un pensiero per tutte le mamme

Che sia un dono qualsiasi, un fiore, una poesia o una canzone non c'è un solo e unico pensiero per tutte le mamme. E, se è vero che di festa della mamma se ne fa una all'anno, ogni occasione è buona per festeggiarla!

Quando si diventa anche padre

Una delle tante domande che può farsi un futuro papà è: cosa succede adesso? Cosa cambia nell'essere partner e poi padre assieme? Si dice spesso che siano solo le donne a riuscire a fare più cose allo stesso. Sarà proprio e sempre così?

Quando scegliere il suo nome?

Quando arriva il momento giusto per scegliere il suo nome? Questa domanda, che per alcuni genitori ha una risposta immediata, per altri è un vero e proprio dilemma. Scopriamone assieme il perché.

Accedi

Non sei registrato?